MED 2019
Mostra l'articolo per intero...
 
Med 2019: Libia, Siria, Iran e Golfo i temi principali della seconda giornata di lavori
 
 
Roma, 06 dic 2019 19:01 - (Agenzia Nova) - La risoluzione della crisi in Libia, Siria e Yemen, il ruolo dell’Iran nella regione e ancora il conflitto in Medio Oriente, il riavvicinamento del Qatar ai paesi del Golfo, i migranti, le mosse della Turchia, lo sfruttamento delle risorse energetiche nel Mediterraneo orientale e la Nuova via della seta. Sono questi i temi emersi durante la seconda giornata della conferenza Med Dialogues, l’appuntamento annuale lanciato nel 2015 con l’ambizioso obiettivo di “andare al di là del caos” e di proporre “un’agenda positiva” in un’area strategica per l’Italia: il Mediterraneo. All'evento prendono parte oltre 50 tra capi di Stato, ministri e alti funzionari delle principali organizzazioni internazionali. Nelle prossime ore il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, presiederà a Villa Madama una riunione ministeriale dei paesi vicini della Libia, a cui prenderanno parte i rappresentanti di Egitto, Tunisia, Algeria, Marocco, Sudan Ciad e Niger. “È un modo per portare – seppure indirettamente – la loro voce al tavolo della Conferenza internazionale prevista a Berlino, voluta dal rappresentante speciale (Ghassan) Salamè, cui la Farnesina sta attivamente lavorando”, ha spiegato il capo della diplomazia italiana. Alla conferenza di Berlino, infatti, non sono stati invitati i principali attori libici. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..