LIBIA-ITALIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia-Italia: ambasciatore Perrone a "Nova", accordo fra tribù raggiunto a Roma aprirà la strada alla riconciliazione (2)
 
 
Roma, 07 apr 2017 18:05 - (Agenzia Nova) - Dopo tre giorni di intense trattative, venerdì 31 marzo al Viminale i capi delle principali tribù della Libia meridionale, gli Awlad Suleiman (arabi) e i Tebu (etnico sahariano, ceppo etiope), alla presenza dei leader Tuareg e del vicepresidente libico Abdulsalam Kajman, hanno firmato un insperato accordo di riconciliazione. Le stesse tribù hanno chiesto all'Italia (rappresentata dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, e dal segretario generale della Farnesina, Elisabetta Belloni) di farsi garante del patto. “E’ un accordo importante perché mostra la strada verso la riconciliazione anche a livello nazionale”, spiega l’ambasciatore. Nonostante l’intesa abbia un impatto regionale, perché riguarda principalmente le tribù del sud della Libia, al tempo stesso coinvolge anche il Consiglio presidenziale libico di Tripoli e si inserisce dunque in ottica nazionale. “Secondo noi questo è lo strumento da perseguire e da utilizzare anche come modello in un quadro più ampio, che dovrebbe portare diverse altre componenti della società libica verso una prospettiva di riconciliazione”, aggiunge l’ambasciatore italiano. (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..