MED 2019
 
Med 2019: Di Maio, militari italiani pagano alto prezzo per il loro impegno
 
 
Roma, 06 dic 2019 10:23 - (Agenzia Nova) - I militari italiani “pagano un prezzo alto per il loro impegno” nella lotta al terrorismo, "come accaduto nel recente attentato in Iraq". Lo ha detto il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, intervenendo alla conferenza Med Dialogues, l’appuntamento annuale lanciato nel 2015 con l’ambizioso obiettivo di “andare al di là del caos” e di proporre “un’agenda positiva” nel Mediterraneo. “La minaccia terroristica incarnata da Daesh (acronimo arabo di Stato islamico dell’Iraq e del Levante) ha subito un duro colpo con la sconfitta territoriale del Califfato e l’eliminazione del suo leader (Abu Bakr) Al Baghdadi. Ma non dobbiamo abbassare la guardia e proprio per questo abbiamo deciso di ospitare nel 2020 la prossima riunione ministeriale della Coalizione anti-Daesh che presiederò portando la nostra esperienza maturata sul campo con attività di addestramento e stabilizzazione, oltre che nel contrasto al finanziamento del terrorismo”, ha detto Di Maio. Il contributo italiano alla sicurezza della regione, secondo il titolare della Farnesina, “si declina sul terreno anche attraverso l’impegno nelle missioni di addestramento e nelle missioni internazionali”. “A breve conto di visitare il contingente italiano di Unifil, missione dell’Onu che svolge un ruolo fondamentale di deterrenza al confine tra Israele e Libano”, ha concluso il ministro degli Esteri.
(Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..