SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: ministro Di Maio al "Corriere della Sera", è tempo di dialogare con Damasco (2)
 
 
Roma , 06 dic 2019 08:21 - (Agenzia Nova) - "Le forze curde e arabe riunite nelle Forze democratiche siriane hanno pagato un prezzo altissimo nella lotta contro lo Stato islamico, che resta una minaccia seria. L'Italia ha sostenuto, e continuerà, programmi volti a stabilizzare il Nord-Est siriano favorendo alcuni servizi di base e íl rafforzamento delle capacità amministrative locali. Contribuire a stabilizzare e ricostruire la Siria significa consolidare anche la sicurezza del nostro Paese". "Appoggiamo al massimo - continua - il lavoro delle Nazioni Unite e dell'inviato speciale Geir Pedersen, che ho incontrato alla Farnesina, e ritengo importante dare anche maggiore impulso al dialogo con Damasco, coinvolgendo dunque tutti i soggetti rappresentativi, come facciamo in Libia. Gli sviluppi sul terreno richiedono rinnovati sforzi diplomatici e credo che l'Europa tutta debba fare di più in questa direzione". Per scoraggiare collaborazioni con Cipro, come quella dell'Eni, nella ricerca di idrocarburi, la Turchia manda verso l'isola navi militari. Un'ostentazione di muscoli che può comportare più missioni della Marina italiana nel Mediterraneo orientale. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..