SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: analista Magnier a "Nova", "forti indizi su presenza Al Baghdadi a Baghuz" (4)
 
 
Roma, 27 feb 2019 17:25 - (Agenzia Nova) - A questo proposito, occorre allargare lo sguardo alla situazione all’interno di Baghuz. In città, quando l’offensiva si appresta a entrare nel suo ventesimo giorno, sono rimasti circa mille o 1.500 militanti. Finora, a fronte di varie proposte formulate sia dai negoziatori statunitensi che dai comandanti delle Fds, lo Stato islamico si è sempre rifiutato di arrendersi. Le scorte di cibo e medicine sono tuttavia sempre più scarse, così i jihadisti si sono visti costretti a lasciar andare migliaia di civili. Assieme a questi ultimi, secondo numerose fonti, avrebbero abbandonato Baghuz anche le famiglie dei combattenti, restituendo l’idea che questi ultimi continueranno a combattere fino alla morte. Una scelta che sottolinea l’importanza conferita dagli uomini dello Stato islamico alla difesa di Baghuz, dettata probabilmente anche dalla necessità di proteggere figure importanti asserragliate all’interno dell’ultima roccaforte jihadista nella regione a est del fiume Eufrate. (segue) (Gmr)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..