INFRASTRUTTURE
 
Infrastrutture: D'Agostino (Porto Trieste), non c'è una visione nazionale ed europea per Nuova Via della Seta
 
 
Trieste, 21 nov 2019 12:43 - (Agenzia Nova) - L'iniziativa cinese Belt and road (Bri, Nuova Via della Seta) è un'opportunità per costruire la visione locale e dello stato italiana. Lo ha affermato il presidente dell'Autorità del Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D'Agostino, durante il "Belt and Road summit" in corso nella Stazione Marittima di Trieste. "Questa corrispondenza è difficile, non solo in Italia ma credo anche in Europa. Se non si sa come collegarci alla Belt and road iniziative la colpa non è dei cinesi ma dell'Italia e dell'Europa. Non devo chiedere alla Cina dove vuole arrivare ma a noi. Una domanda alla quale non sento spesso una risposta", ha affermato D'Agostino, che ha poi sottolineato che il sistema portuale di Trieste è l'unico "in tutta Europa ad avere un porto integrato con una zona franca e un entroterra industriale". Oltre alle merci, secondo D'Agostino lungo la nuova via della seta devono viaggiare anche la cultura e le aziende: "Il porto di Trieste è un porto franco e possiamo accogliere anche l'insediamento di attività manifatturiere. In questo momento di guerre commerciali tra Cina e Usa, una zona franca può accogliere investimenti delle aziende e il risultato è la creazione di flussi di aziende lungo la nuova via della seta". (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..