PENISOLA COREANA
Mostra l'articolo per intero...
 
Penisola coreana: i propositi di cooperazione economica tra le due Coree impensieriscono la Cina (7)
 
 
Pechino, 30 apr 2018 13:06 - (Agenzia Nova) - L’iniziativa di Kim Jong-il era per molti versi sorprendente: prevedeva l’utilizzo del dollaro Usa come valuta ufficiale e l’assegnazione di metà degli incarichi di leadership amministrativa a cittadini stranieri. L’idea, ricorda il “Nikkei”, era di creare una sorta di “Hong Kong” nordcoreana al confine con la Cina, peraltro ponendo alla sua testa un imprenditore sino-olandese allora 39enne, Yang Bin. La reazione della Cina di Jiang Zemin fu durissima. Yang, che concentrava le proprie attività a Liaoning, nella provincia cinese di Shenyang, venne arrestato dalle autorità cinesi dopo una serie di incontri con il leader nordcoreano, e condannato a 18 anni di reclusione con l’accusa di evasione fiscale. Pyongyang, che proprio in quel periodo stava negoziando la normalizzazione delle relazioni bilaterali con il Giappone, e che contava sul progetto della nuova zona economica per promuovere il commercio con Giappone, Corea del Sud, Europa e Usa, fu costretta a una umiliante marcia indietro. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..