SERBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Serbia: manifestazioni antigovernative giunte alla decima settimana, presidente Vucic parla di ingerenze "dal Kosovo" e prepara controffensiva
 
 
Belgrado, 11 feb 2019 17:35 - (Agenzia Nova) - Un "Accordo per la gente" e una tappa davanti alla sede della televisione pubblica per ribadire il diritto all'attenzione sulle più lunghe proteste mai tenute da quando i progressisti sono al governo: sono questi gli eventi che hanno contraddistinto la decima tappa di un ciclo di manifestazioni nate a dicembre dopo l'attacco subito da ignoti dal rappresentante dell'opposizione Borko Stefanovic. Le proteste, partite dalla capitale Belgrado, si sono estese progressivamente in decine di città del paese fino a coinvolgere una sessantina di comuni e arrivare persino a Gracanica, località a maggioranza serba del Kosovo. Le sfilate per le strade cittadine continuano ad essere caratterizzate dall'assenza di una dirigenza politica: i rappresentanti dell'opposizione sono stati infatti solo nell'ultimo periodo invitati ad aderire alle richieste della piazza attraverso la firma di un documento denominato "Accordo per la gente". (segue) (Seb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..