SERBIA
 
Serbia: ministro Esteri Dacic, stop allargamento Ue è messaggio negativo
 
 
Belgrado, 05 dic 2019 16:32 - (Agenzia Nova) - La stagnazione nel processo di allargamento dell'Ue verso i Balcani occidentali invia un messaggio negativo ai paesi della regione: lo ha detto il ministro degli Esteri della Serbia, Ivica Dacic, intervenendo alla ministeriale dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) aperta oggi a Bratislava. La regione dei Balcani occidentali, ha osservato Dacic, "è profondamente delusa" a causa del rallentamento e della stagnazione di tale processo. Questo dato va a influire negativamente, ha aggiunto, e può alimentare un rafforzamento dei radicalismi come pure dell'unilateralismo nella risoluzione dei problemi comuni. "Credo fermamente che solo attraverso il compromesso, la flessibilità e la disponibilità a rispettare anche gli interessi altrui, non solo i propri, si potrà arrivare a delle soluzioni sostenibili per i problemi presenti nella regione", ha detto ancora il ministro serbo. Riguardo al dialogo Belgrado-Pristina, Dacic ha osservato che il processo è bloccato da oltre un anno e definito "irresponsabili" i politici di Pristina che con "mosse unilaterali" come l'introduzione di dazi ai prodotti serbi hanno reso finora impossibile il raggiungimento di una soluzione sostenibile. (Seb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..