EGITTO
Mostra l'articolo per intero...
 
Egitto: consulenti legali Regeni chiedono fascicolo alla procura di Giza (3)
 
 
Il Cairo, 16 mag 2016 13:10 - (Agenzia Nova) - Sabato 7 maggio il Tribunale del riesame egiziano aveva prolungato di altri 15 giorni la custodia cautelare dell’attivista. Nell’udienza dello scorso 7 maggio - iniziata alla presenza, fra gli altri, di alcuni diplomatici europei anche in questo caso allontanati dall'aula - l’attivista era apparso davanti alla corte mostrando due foglietti di carta con scritto “Verità per Giulio Regeni” e “Stop alle sparizioni forzate”. Abdullah era comparso davanti alla corte insieme ad altri 18 imputati, arrestati con le medesime accuse, 14 dei quali sono stati rilasciati dopo il pagamento su cauzione. Ecfr ha lanciato nei giorni corsi una petizione per la liberazione di Abdullah. La campagna sta facendo pressione perché "le autorità egiziane rilascino il dottor Ahmed Abdullah immediatamente e in maniera incondizionata, essendo detenuto per reati d'opinione, avendo solamente esercitato pacificamente il suo diritto alla libertà d'espressione". La petizione chiede inoltre alle autorità egiziane che Abdullah "sia protetto dalla tortura e da ogni trattamento lesivo, e che le sue denunce di abusi subiti vengano affrontate con un'inchiesta indipendente". (segue) (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..