SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: a breve l'entrata in vigore della tregua, ma gli scontri e i bombardamenti continuano (2)
 
 
Damasco, 12 set 2016 17:00 - (Agenzia Nova) - Hezbollah, il movimento sciita libanese che sostiene il governo di Damasco, ha invece annunciato ufficialmente di sostenere la tregua, così come la Repubblica islamica iraniana per bocca del suo ministro degli Esteri, Bahram Qassemi. Anche i gruppi ribelli "moderati" sostenuti dalla Turchia nel nord del paese, hanno accolto con favore l'intesa: lo stesso presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, nei giorni scorsi aveva auspicato una tregua in occasione della Festa del sacrificio, che cade oggi alla fine del pellegrinaggio annuale alla Mecca (l'Haji). Le Unità di protezione del popolo curde, Ypg, braccio armato del Partito dell'unione democratica curda (Pyd), infine, avrebbero dato il loro benestare alla tregua, definendola "un passo positivo" e auspicando allo stesso tempo che "proteggendo i civili si possa mettere fine all'occupazione turca del territorio siriano", in riferimento all'operazione militare lanciata da Ankara il 24 agosto scorso nel nord della Siria. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..