MALESIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Malesia: premier Mahathir nega accuse di “sinofobia” (3)
 
 
Kuala Lumpur, 20 giu 2018 07:54 - (Agenzia Nova) - Quando però questo significa cedere contratti alla Cina, prendere in prestito enormi somme di denaro dalla Cina, (sorge un problema). I contractor cinesi preferiscono usare forza lavoro dalla Cina, e importano qualunque cosa dalla Cina, persino i pagamenti non vengono effettuati qui, ma in Cina, noi non ne ricaviamo nulla”. La Cina, prosegue Mahathir, “sviluppa città intere, molto sofisticate e molto costose, e i malesiani non se le possono permettere. Quindi importano cittadini stranieri per vivere in quelle città”, afferma il premier, riferendosi alla bolla immobiliare che è andata gonfiandosi in Malesia negli ultimi anni. “Non vogliamo che in Malesia vengano costruite città intere, che vengano acquistati grandi lotti di terreno malese, e poi vengano importati stranieri perché vi abitino. Sono queste le cose cui sono contrario. Lo sarei anche se a farlo fossero l’India, o i paesi arabi, o l’Europa. Nessuno accoglie migranti in enorme quantità, e certamente non lo farà la Malesia”. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..