IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: ministero Difesa, caduto il "mito" dello Stato islamico a Mosul (5)
 
 
Baghdad, 29 giu 2017 12:22 - (Agenzia Nova) - Le forze di sicurezza irachene hanno ucciso la scorsa settimana l’esperto di esplosivi dello Stato islamico, Abu Farkan Al Mousse, insieme ad altri 15 combattenti del gruppo jihadista durante l’avanzata nell’area di Al Shifa, all’interno della cittadella di Mosul, situata sulla sponda occidentale del fiume Tigri che divide in due la seconda città dell'Iraq. Intanto il premier iracheno, Haider al Abadi, ha riferito che la distruzione della moschea di al Nuri, simbolo dell'autoproclamato califfato dello Stato islamico andato distrutto il 21 giugno scorso, è "l'annuncio ufficiale" della sconfitta militare del gruppo terroristico. Le immagini satellitari che circolano su Twitter mostrano la moschea ridotta a un cumulo di macerie. La notizia è stata confermata anche dalla coalizione internazionale a guida Usa contro lo Stato islamico. "Non è stato un raid della coalizione (a distruggere la moschea). Non abbiamo colpito in quell'area", riferisce il comando centrale Usa. Il generale Joseph Martin, comandante della componente terrestre della task force congiunta dell'operazione Inherent Resolve, ha riferito che è stato lo Stato islamico a distruggere la moschea, uno dei "grandi tesori" dell'Iraq. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..