IMPRESE
Mostra l'articolo per intero...
 
Imprese: Burioli (Intesa Sanpaolo) a “Nova”, siamo punto di riferimento per aziende italiane in Polonia (6)
 
 
Roma, 30 mag 09:58 - (Agenzia Nova) - Il direttore della filiale a Varsavia ha anche ricordato come la relazione tra il Gruppo Intesa Sanpaolo e la Polonia trovi le sue origini alla fine del XIX secolo. “E’ una relazione affascinante perché coincide con un periodo cruciale del percorso evolutivo del nostro Gruppo bancario, al tempo stesso intrecciato a doppio filo con le vicissitudini economiche dell’Italia e della Polonia. “Nel 1894 Otto Joel, banchiere nato a Danzica, guidò un consorzio di banche tedesche, austriache e svizzere a fondare la Banca commerciale italiana (Comit) a Milano e nel 1895 chiamò Jozef Toeplitz, polacco, ad affiancarlo nel percorso di consolidamento e sviluppo delle attività del nuovo istituto. Grazie a Toeplitz, che ne divenne prima direttore generale (1906) e poi amministratore delegato (dal 1917 al 1934), Comit si trasformò in un gruppo bancario internazionale (con presenze nel Nord e Sud America, Svizzera, Francia, Turchia, Austria, Romania, Bulgaria, Egitto, Polonia, Jugoslavia e Grecia) nonché nella maggiore holding industriale del Paese”, ha spiegato Burioli. Toeplitz, naturalizzato italiano nel 1912, mantenne sempre stretti contatti con il proprio paese d’origine. “Dopo la creazione della Repubblica polacca nel 1918, ne supportò l’economia con ingenti mezzi attraverso la Comit, raccogliendo un prestito internazionale a beneficio del nuovo governo, favorendo investimenti industriali italiani (come ad esempio Fiat) riuscendo in alcuni casi a fronteggiare anche la concorrenza francese ed inglese, e promuovendo nel 1927 la partecipazione diretta nella Bank Handlowy di Varsavia. Seppur a sorti alterne, dunque, il nostro istituto è presente in Polonia dagli anni Venti a oggi”, ha concluso Burioli. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..