CROAZIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Croazia: ministro Esteri Pejcinovic Buric a “Nova”, Ue più sicura con ampliamento area Schengen (3)
 
 
Roma, 30 gen 2018 11:58 - (Agenzia Nova) - Una parte dei rapporti tra Italia e Croazia si sviluppa nei progetti nell’area del Mar Adriatico. Tra questi figura anche la creazione di un terminal per il Gas naturale liquefatto (Gnl) a largo dell’isola di Veglia (Krk), progetto per la cui realizzazione l’Ue ha già stanziato 102 milioni di euro. “Tutti i più importanti progetti energetici della Repubblica di Croazia – assicura il ministro - sono pianificati tenendo conto dei possibili effetti sull’ambiente e sull’ecosistema. Lo stesso principio ci ha guidato nello sviluppo del progetto del terminale Gnl sull’isola di Veglia. Un’attenzione speciale è stata dedicata alla realizzazione dello studio degli effetti sul sistema ambientale, il quale è stato approvato da una commissione di esperti alla fine del 2017 e in questo momento è sottoposto al dibattito pubblico. L’atto finale sulla sostenibilità del progetto, nel senso del suo effetto sull’ambiente, sarà in linea con i criteri più elevati della legislazione europea”. Secondo Pejcinovic Buric, inoltre, “è importante sottolineare che lo studio elaborato ha dimostrato che l’effetto sull’ambiente, durante l’operatività del terminale Gnl, è accettabile e attesta un rigoroso mantenimento delle misure per la difesa dell’ambiente”. “La Repubblica di Croazia continuerà a impiegare tutti gli sforzi necessari per minimizzare l’effetto sull’ambiente in tutte le fasi future dell’evoluzione del progetto”, conclude. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..