TURCHIA-UE
Mostra l'articolo per intero...
 
Turchia-Ue: il dialogo riprende a Varna, ma gli ostacoli dell'Europa alimentano il nazionalismo di Erdogan
 
 
Ankara, 27 mar 2018 15:26 - (Agenzia Nova) - Turchia e Unione europea sono “tornate a parlarsi”: è questo il “maggiore risultato” del vertice bilaterale tenutosi ieri, 26 marzo, a Varna in Bulgaria. Lo ha detto ad “Agenzia Nova” Valeria Giannotta, docente di Relazioni internazionali presso l’Università di Ankara. Pur non avendo raggiunto risultati concreti, ha affermato Giannotta, il vertice di Varna ha dimostrato la volontà della Turchia e dell’Ue di negoziare per la rivitalizzazione dei rapporti reciproci in funzione dell’adesione di Ankara all’Unione. La Turchia, ha spiegato la docente, non ha, infatti, rinunciato a entrare nell’Ue. La Turchia mantiene la sua storica vocazione a “guardare a Occidente”. Tuttavia, questioni tecniche e questioni politiche poste dall’Ue e da alcuni suoi Stati membri possono ostacolare la normalizzazione, ravvivando la retorica nazionalista del presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. In tal modo, ha spiegato Giannotta, viene alimentato “il senso di frustrazione e incomprensione” diffuso nell’opinione pubblica turca dagli ostacoli posti dall’Ue all’adesione. Il rischio pare, quindi, quello di avviare una dinamica di opposizione tra Ankara e Bruxelles. (segue) (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..