IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: Consiglio sicurezza nazionale, mobilitazione Pkk nella crisi di Kirkuk "dichiarazione di guerra"
 
 
Baghdad, 16 ott 2017 09:23 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio dei ministri della sicurezza nazionale irachena considererà il coinvolgimento nella crisi di Kirkuk di gruppi armati irregolari curdi come il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) alla stregua di “una dichiarazione di guerra”. Nella riunione presieduta ieri dal premier e comandante in capo delle Forza armate irachene, Haider al Abadi, il Consiglio ha messo in guardia dalla mobilitazione di “forze irregolari appartenenti all'organizzazione turca Pkk”, spiegando che si tratta di una “pericolosa escalation che non può essere tollerata e che rappresenta una dichiarazione di guerra contro il resto degli iracheni e le forze federali regolari”. Il Consiglio, inoltre, ha avvertito che “la grave escalation e le provocazioni delle forze appartenenti alla regione del Kurdistan” potrebbero “trascinare il paese in un conflitto interno allo scopo di smantellare l'Iraq e stabilire uno Stato su base etnica”. Baghdad, inoltre, sottolinea che il referendum sull’indipendenza della regione autonoma del Kurdistan iracheno è "incostituzionale e contrario alla volontà della Comunità internazionale". (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..