THAILANDIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Thailandia: per la giunta nessun bisogno di osservatori internazionali alle elezioni del prossimo anno (2)
 
 
Bangkok, 08 nov 2018 07:47 - (Agenzia Nova) - I partiti della Thailandia si preparano alla revoca del divieto di attività politica da parte della giunta militare, che dovrebbe dare il via alla campagna per le elezioni del prossimo anno, e al conseguente ritorno del paese alla democrazia rappresentativa. Ad oggi, le elezioni si preannunciano una corsa a tre: una delle principali forze in campo è il Partito Pheu Thai, formazione politica dei fratelli ed ex premier Thaksin, attualmente in esilio. Il partito ha scelto il suo nuovo leader alla fine del mese scorso: si tratta dell’84enne Viroj Pao-in, che guiderà il partito durante la cruciale fase della contesa elettorale. Viroj ha brevemente servito come vicepremier nel 2000, prima del governo di Thaksin Shinawatra; prima di entrare in politica era tenente generale della Polizia. Un altro dei principali contendenti al governo è l’attuale primo ministro, l’ex generale Prayuth Chan-ocha, che ha ormai formalizzato l’intenzione di candidarsi alle elezioni con un nuovo partito, il Partito Palangpracharat. Questo mese il premier ha fatto il suo debutto sui sociale media, proprio per cominciare l’opera di rafforzamento della propria immagine pubblica in vista del voto. Un’altra formazione che potrebbe determinare i rapporti di forza politici nel paese è il Partito democratico, tradizionalmente sostenuto dall’elettorato urbano, che sembra puntare ad un ruolo in un Esecutivo di coalizione. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..