IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: vasta operazione di sicurezza a Kirkuk dopo l’attentato agli italiani
 
 
Baghdad, 11 nov 12:39 - (Agenzia Nova) - I responsabili dell’attentato avvenuto ieri in Iraq contro cinque militari italiani potrebbero essere catturati presto. Le forze militari e di sicurezza locali hanno, infatti, lanciato oggi una vasta operazione nella parte sud-occidentale di Kirkuk, la provincia petrolifera dove ieri sono rimasti feriti cinque militari italiani colpiti da un ordigno esplosivo. Lo ha confermato ad “Agenzia Nova” il colonnello Ahmed al Samawi, alto ufficiale del quartier generale del comando delle operazioni congiunte a Kirkuk. Una forza congiunta irachena, sotto la supervisione del generale Saad Ali Ati al Harbiyah, “ha iniziato una missione di ricerca di esponenti dell’Isis (acronimo inglese di Stato islamico dell’Iraq e della Siria) nel distretto di Hawija e nelle aree di Al Rashad e al Abbasi, ispezionando fattorie, campi e seguendo le tracce delle delle bande terroristiche”. Proprio nella zona di Al Rashad sarebbe avvenuto l’attentato che ha colpito ieri mattina tra le 11 e le 12 ora locale i cinque incursori italiani - due operatori del Nono Reggimento d'assalto paracadutisti "Col Moschin" (Esercito) e tre del Gruppo Operativo Incursori (Marina) - mentre rientravano a piedi da una missione di addestramento (mentoring and training) in favore delle forze di sicurezza irachene impegnate nella lotta all’Isis. Tre di loro sarebbero in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita. Le ferite hanno coinvolto soprattutto gli arti inferiori dei militari italiani. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..