IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: vasta operazione di sicurezza a Kirkuk dopo l’attentato agli italiani (4)
 
 
Baghdad, 11 nov 12:39 - (Agenzia Nova) - Dopo la sconfitta militare del sedicente “califfato”, annunciata ufficialmente il 9 dicembre 2017 dal governo di Baghdad, permangono alcune cellule dell’organizzazione terroristica in diverse zone dell’Iraq, prevalentemente nelle regioni a forte incidenza sunnita. Da mesi, inoltre, i residenti di Kirkuk denunciano estorsioni nei confronti degli agricoltori da parte dei militanti dello Stato islamico, che minacciano d’incendiare i campi di grano e chiedono il pagamento di imposte. La situazione di sicurezza nella zona si è fortemente deteriorata dopo che, a seguito del contestato referendum sull’indipendenza curda del settembre 2017, le forze irachene, appoggiate dalle milizie sciite della Mobilitazione popolare, hanno costretto i combattenti curdi peshmerga a ritirarsi da tutte le aree oggetto di una contesa. La presenza di militanti dello Stato islamico nella zona è confermata, del resto, dagli stessi annunci delle forze irachene. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..