CIAD
Mostra l'articolo per intero...
 
Ciad: si dimette premier Padacké dopo approvazione riforma costituzionale, rafforzati i poteri del presidente Deby (8)
 
 
N'Djamena, 04 mag 2018 17:05 - (Agenzia Nova) - A questo si aggiunge l’emergenza rifugiati al confine con la Repubblica Centrafricana, dove imperversano gli scontri tra milizie armate. L’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) si è detto “sempre più preoccupato” per la situazione di migliaia di rifugiati centrafricani fuggiti nel Ciad meridionale a partire dalla fine dello scorso anno, molti dei quali non hanno cibo, riparo e accesso alle cure mediche. Parlando in un briefing con la stampa presso la sede di Ginevra lo scorso 16 marzo, il portavoce dell’agenzia, Babar Baloch, ha dichiarato che si tratta del più grande afflusso verificatosi a partire dal 2014 che sta mettendo a dura prova la capacità delle agenzie umanitarie di rispondere alla crisi. L’ufficio dell’Unhcr, ha detto il portavoce, necessita di circa 149 milioni di dollari quest’anno per rispondere alle urgenti esigenze della popolazione in Ciad, ma finora ha ricevuto solo il 2 per cento della somma necessaria. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..