MOLDOVA
Mostra l'articolo per intero...
 
Moldova: firmato a Roma protocollo per la Transnistria, entro il 2018 accordo tra le parti su tutti i capitoli negoziali
 
 
Roma, 30 mag 2018 14:47 - (Agenzia Nova) - La completa attuazione degli otto punti previsti dal protocollo di Vienna entro la fine dell’anno, l’introduzione di una norma che prevede la necessità di indire nuove conferenze per la risoluzione del conflitto in Transnistria, ma che producano effetti concreti rispetto ai criteri concordati, oltre all’impegno confermato sia da Tiraspol che da Chisinau nel raggiungere dei risultati che possano portare benefici per i cittadini di entrambe le parti. Sono questi i passaggi fondamentali del protocollo di Roma, siglato oggi dal vice premier per la Reintegrazione della Moldova, Cristina Lesnic, e dal responsabile per la politica estera di Tiraspol, Vitaly Ignatiev, nell’ambito della Conferenza permanente per le questioni politiche sul processo di negoziazione dell'accordo sulla Transnistria (la regione separatista filorussa della Moldova orientale). Il nuovo round negoziale è stato organizzato presso la Farnesina dalla presidenza italiana dell'Osce nel formato 5+2 (Moldova e Transnistria + Osce, Russia, Ucraina e Ue). Il documento prevede delle scadenze precise su alcune questioni su cui è stato raggiunto un accordo sia di tipo tecnico che politico, delineando linee temporali e meccanismi chiari per assicurare la rapida messa in pratica dei criteri, previsti nell’ambito delle Conferenze di Vienna e di Berlino, tenutesi rispettivamente del novembre 2017 e del giugno 2016. Un’intesa che prosegue passo dopo passo, hanno spiegato i relatori, nello schema di quanto già concordato a partire dalle questioni chiuse: quella della restituzione ai legittimi proprietari delle fattorie della regione di Dubasari, occupate in seguito al conflitto del 1992, e l’istituzione delle “targhe neutrali”, che permetteranno la libera circolazione dei mezzi dalla Transnistria sino alla Moldova, riaprendo così una rotta per i cittadini della regione che potrebbe portare sino all’Europa, vista la vicinanza con la Romania. Per il primo punto la scadenza temporale è stata fissata per il primo agosto, mentre quello relativo all’istituzione delle targhe il temine ultime è previsto per il primo settembre. (segue) (Gad)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..