CONGO-KINSHASA
Mostra l'articolo per intero...
 
Congo-Kinshasa: violenze nel Kasai, Alto commissario Onu per i diritti umani chiede apertura inchiesta internazionale (2)
 
 
Kinshasa, 09 giu 2017 12:47 - (Agenzia Nova) - "Abbiamo un obbligo nei confronti delle vittime e il dovere di far capire agli autori di questi crimini che non resteremo a guardare e che la comunità internazionale si sta impegnando a garantire che venga posta fine all'impunità endemica nella Rdc”, ha aggiunto l’Alto commissario, che già nei giorni scorsi aveva concesso tempo fino a ieri alle autorità di Kinshasa per aprire un’inchiesta o accettare un indagine internazionale per fare luce sui fatti, ricevendo risposta negativa dal governo congolese. Da settembre 2016 la regione del Kasai centrale è teatro di violenti scontri tra forze dell’ordine e seguaci del leader tribale Kamwina Nsapu, ucciso dalle forze congolesi dopo essersi ribellato a Kabila. A causa degli scontri, oltre un milione di persone sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni negli ultimi otto mesi, una situazione che va ad aggiungersi a un’emergenza umanitaria che, secondo i dati delle Nazioni Unite, vede quasi 400 mila bambini a rischio fame. Finora, inoltre, hanno perso la vita nella regione almeno 400 persone, mentre si indaga sulla recente scoperta di almeno 42 fosse comuni. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..