FYROM
 
Fyrom: partito Vmro-Dpmne avverte Sdsm, cittadini macedoni non accetteranno "piattaforma di Tirana"
 
 
Skopje, 07 mag 2017 16:23 - (Agenzia Nova) - Il partito Unione socialdemocratica di Macedonia (Sdsm) deve comprendere che la “piattaforma di Tirana” non potrà essere accolta dai cittadini macedoni. Questo il messaggio del partito conservatore Organizzazione rivoluzionaria interna-Partito democratico per l'unità nazionale macedone (Vmro-Dpmne) della ex Repubblica jugoslava di Macedonia (Fyrom), come si legge in un comunicato, ripreso dall’agenzia di stampa “Mia”. “L’Sdsm resta silente di fronte alle costanti provocazioni che hanno accompagnato l’applicazione della cosiddetta ‘piattaforma di Tirana’, come l’esposizione della bandiera albanese nell’ufficio del presidente del parlamento””, si legge nella nota pubblicata dal Vmro-Dpmne. Il partito conservatore macedone denuncia inoltre l’intenzione del presidente dell’assemblea di Skopje, Talat Xhaferi, di rendere l’albanese lingua ufficiale nella Fyrom, e di usarla nel corso delle sessioni parlamentari. Secondo il Vmro-Dpmne, l’accettazione da parte dell’Sdsm della “piattaforma di Tirana” va contro l’interesse nazionale macedone. “Tutta la Macedonia può divenire vittima delle politiche anti-nazionali di Zoran Zaev e dell’Sdsm”, si legge ancora nel comunicato del partito conservatore.

L’Sdsm continua intanto a chiedere al presidente della Fyrom, Gjorge Ivanov, la consegna del mandato per la formazione di un nuovo governo nel paese. “Il processo per formare un nuovo esecutivo è iniziato con l’elezione del presidente del parlamento. Riaffermiamo il nostro impegno per lavorare all’unità nazionale di fronte al presidente Ivanov e ai cittadini. Il nuovo governo lavorerà in armonia con la costituzione e nel solco del futuro euro-atlantico del paese”, si legge in un comunicato dell’Sdsm. Il partito rigetta poi “tutte le menzogne circa la minaccia all’interesse nazionale, portate avanti per ragioni personali da Nikola Gruevski” (leader del Vmro-Dpmne).

Il nuovo presidente del parlamento Talat Xhaferi ha inviato nei giorni scorsi una lettera a Ivanov, sulla sua nomina alla guida del monocamerale di Skopje e sulla formazione del nuovo governo. Secondo quanto comunicato dall'ufficio del presidente del parlamento, Xhaferi ha informato Ivanov sul fatto che la "maggioranza parlamentare è stata formata e un presidente del parlamento è stato eletto". Il capo dello Stato ha reso noto di aver ricevuto la missiva ma non si è ancora pronunciato sull'elezione del nuovo presidente del parlamento. Xhaferi viene però riconosciuto come il nuovo presidente del monocamerale macedone dall'Unione europea e dagli Stati Uniti. (Mas)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..