IMPRESE
 
Imprese: al via l'Innexta Bond per portare agli investitori piccole emissioni obbligazionarie delle pmi lombarde
 
 
Milano, 21 nov 11:38 - (Agenzia Nova) - Arriva l'Innexta bond, un progetto pilota per portare agli investitori piccole emissioni obbligazionarie di pmi lombarde, in primo luogo dell'area del milanese e della Brianza, ma anche a quelle del resto della regione. Lo propone Innexta, realtà del sistema camerale, partecipata della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi. È stato presentato questa mattina al primo Alt - Finance Day, dedicato alla finanza alternativa in Camera di commercio, a Milano. Saranno identificate insieme alla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi e alle associazioni di categoria, le pmi che possano emettere obbligazioni di taglio più piccolo, 200-400 mila euro, per poi aggregarle in un paniere da proporre agli investitori di una dimensione attorno ai 5/10 milioni di euro. I Confidi, potranno essere coinvolti sia come garanti sia come sottoscrittori dei bond. "Gli Innexta bond - ha dichiarato Giovanni Da Pozzo, Presidente Innexta - Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza - si inseriscono in un trend che ormai sta raccogliendo molti consensi tra le PMI italiane e le associazioni di categoria settoriali e locali, in termini di pluribond o panieri tematici di bond. Il settore del credito e della finanza ruota attorno a una Milano sempre più innovativa e che traina sia rispetto alle opportunità di lavoro e allo sviluppo di un settore creditizio dinamico, sia alle possibilità per le imprese di accedere a forme innovative di finanziamento. Sostenere le imprese nell'accesso al credito è tra i nostri obiettivi, con Innexta Bond puntiamo a diffondere una nuova cultura del credito". Per Giancarlo Giudici, estensore dello studio e professore associato di Finanza aziendale al Politecnico di Milano, "uno dei temi più interessanti che stanno emergendo è la sempre maggiore integrazione fra i diversi segmenti. I player sul mercato prima erano specializzati in singole filiere, mentre ora, anche in risposta a evoluzioni graduali della normativa, si propongono come attori globali, in grado di offrire soluzioni diversificate e mirate, talvolta in collaborazione con altri soggetti. Si potrebbe dire che accanto al modello della 'banca universale' stia nascendo un ecosistema a rete che ambisce a diventare partner delle imprese dalla loro nascita fino alla definitiva consacrazione sui mercati mobiliari".

(Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..