RUSSIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Russia: settore automotive chiede ripristino compensazioni dazi doganali su componenti
 
 
Mosca, 17 giu 14:15 - (Agenzia Nova) - Dal dicembre 2018, le case automobilistiche russe non hanno più ricevuto i sussidi statali in precedenza elargiti per compensare i dazi doganali sulle componenti importate. Questo quanto si legge in una nota inviata al primo ministro russo Dmitrij Medvedev in data 11 giugno, firmata dai vertici delle aziende Gaz, AvtoVaz, Kamaz e delle filiali russe Nissan, Renault, Hyundai e Volkswagen Group. Nella missiva, citata da "Vedomosti" e "Kommersant", si sottolinea che il bilancio dispone dei fondi necessari alla ripresa della misure a sostegno del settore (oltre 249 milioni di rubli). Nel 2018, ai sensi dell'adesione della Russia al Wto, il sostegno all'assemblaggio industriale di veicoli è stato sospeso. Le aliquote preferenziali sono state abolite. Le autorità hanno iniziato a risarcire i firmatari degli accordi di assemblaggio industriale per il costo dell'importazione di componenti automobilistici attraverso sovvenzioni, ma il decreto del governo è stato in vigore per soli due mesi (ottobre e novembre 2018). (segue) (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..