BOLIVIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Bolivia: Human Rights Watch chiede ad autorità di limitare uso della forza e tutelare giornalisti (6)
 
 
La Paz, 19 nov 21:31 - (Agenzia Nova) - Morales, da 14 anni alla guida del paese andino, ha poco dopo abbandonato La Paz riparando nella regione di Cochabamba, tradizionale roccaforte del suo elettorato. Nelle ore successive il governo messicano, che ha aperto le porte dell'ambasciata a venti funzionari di governo e del parlamento boliviani, ha trasmesso la disponibilità a concedere asilo a Morales. Martedì 12 novembre alle ore 11 (ora locale) Morales è atterrato a Città del Messico, dove è stato accolto dal ministro degli Esteri Marcelo Ebrard. In un rapido susseguirsi degli eventi, la seconda vicepresidente del Senato boliviano, Jeanine Anez, del partito Unidad democratica (Ud), è stata nominata il 12 novembre sera presidente ad interim della Bolivia, dai parlamentari della sua formazione politica e altri deputati dell'opposizione. La nomina è avvenuta nonostante Camera e Senato non abbiano raggiunto il quorum necessario ad avviare la seduta, a causa dell'assenza dei parlamentari del governativo Movimento al socialismo (Mas), che dispone della maggioranza dei seggi. "Mi impegno a prendere tutte le misure necessarie per pacificare il paese", ha dichiarato Anez, che nella serata di mercoledì ha designato i primi undici ministri dell'esecutivo di transizione con cui intende portare il paese ad elezioni generali. (segue) (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..