ITALIA
 
Italia: direttore Uffizi Schmidt auspica ulteriori riforme musei
 
 
Berlino, 18 ott 08:31 - (Agenzia Nova) - Recentemente confermato alla direzione del polo museale della Galleria degli Uffizi di Firenze, auspica ulteriori riforme per i musei italiani ora che Dario Franceschini è di nuovo ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo. In un'intervista rilasciata all'emittente radiofonica “Deutschalndfunk”, Schmidt afferma che, “nel panorama museale italiano, vi è stato un cambiamento radicale”. Il riferimento è alla crisi di governo che ha portato alla caduta dell'esecutivo formato da Lega e Movimento 5 Stelle (M5S) e alla formazione di una nuova coalizione tra i Cinquestelle e il Partito democratico (Pd). Nel nuovo governo, Dario Franceschini è di nuovo ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, incarico che aveva già ricoperto dal 2014 al 2018 nei governi presieduti da Matteo Renzi (2014-2016) e Paolo Gentiloni (2016-2018). Allora, Franceschini aveva avviato quella che Schmidt definisce “la grande riforma museale, aprendo la strada che ha condotto a una parziale autonomia per i maggiori musei italiani”. Tale processo, prosegue il direttore degli Uffizi, “è stato molto nel limbo negli ultimi 12-16 mesi e sembrava che tutto sarebbe tornato com'era”. A tal riguardo, Schimdt osserva: “Nel precedente governo, vi erano anche persone pronte a collaborare e capaci, con cui ho lavorato molto bene”. Tuttavia, vi era anche “un'idea di centralizzazione dell'amministrazione che ha marginalizzato la ricerca, la mediazione e l'istruzione”. Ora, ciò è “nuovamente diverso perché Franceschini ha annunciato che intende proseguire con le riforme”, afferma Schmidt.
(Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..