BALCANI
Mostra l'articolo per intero...
 
Balcani: concluso tour Juncker nella regione, "nessuna corsa per integrazione ma proseguire nelle riforme" (3)
 
 
Sofia, 01 mar 2018 18:20 - (Agenzia Nova) - Dal palco del Palazzo della cultura di Sofia, che ospita dallo scorso primo gennaio i lavori della presidenza di turno bulgara del Consiglio Ue, Juncker ha parlato oggi della necessità di superare qualsiasi disputa territoriale nei Balcani come requisito imprescindibile per l'adesione dei paesi della regione nell'Ue. "Nell'Ue stiamo guardando da vicino questa instabilità", ha osservato Juncker precisando che la completa stabilizzazione della regione balcanica è un elemento fondamentale per Bruxelles. I paesi dei Balcani dovrebbero concentrarsi sul merito delle riforme piuttosto che sulle prospettive temporali per l'adesione. "Stiamo avviando alcuni progetti ma la responsabilità è enorme per la regione, e ancora di più lo è per l'Ue". Il presidente della Commissione ha dunque chiarito che il 2025 rimane l'anno di riferimento per possibili nuovi ingressi nell'Ue, ma al momento “ancora nessuno degli Stati coinvolti” è pronto per l'adesione, pur riconoscendo che diversi progressi sono stati compiuti nel corso degli ultimi mesi. E da questi si ripartirà a discutere nei colloqui al vertice che si terrà metà maggio, sempre nella capitale bulgara, tra Ue e Balcani occidentali. "Unirsi all'Ue non è un sogno; è qualcosa che può essere raggiunto", ha aggiunto Juncker, ma “senza il pieno rispetto dei criteri di adesione nessun paese può entrate a fare parte dell'Unione”. (segue) (Bus)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..