SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: presidente Terna Bastioli, cavo elettrico Italia-Montenegro opera innovativa per sostenibilità
 
 
Cepagatti, 15 nov 17:00 - (Agenzia Nova) - Il cavo elettrico tra Italia e Montenegro porterà benefici concreti a entrambi paesi, contribuendo allo scambio di energia rinnovabile e alla sicurezza negli approvvigionamenti. Lo ha detto la presidente di Terna, Catia Bastioli, nel suo intervento di oggi alla stazione di Cepagatti, in provincia di Pescara, per l’inaugurazione del cavo elettrico Italia-Montenegro. Per Terna l’inaugurazione di questo “ponte elettrico” tra Italia e Montenegro, alla presenza dei presidenti Sergio Mattarella e Milo Djukanovic, “è una circostanza di portata storica” che secondo Bastioli testimonia il legame tra i nostri due paesi “che si rafforzerà ancora di più con il cavo elettrico” Italia-Montenegro. Secondo la presidente della società italiana, quest’opera è stata resa possibile dalla solida cooperazione bilaterale in ambito energetico e infrastrutturale sancita da due accordi intergovernativi, firmati nel 2007 e nel 2010, oltre che dalla partnership industriale tra Terna e l’operatore montenegrino. “Si tratta di un’infrastruttura innovativa per la sua sostenibilità, anche ambientale, e di grande rilevanza strategica per integrare il mercato elettrico della regione balcanica” nel resto dell’Europa, ha dichiarato Bastioli. La presidente di Terna ha quindi parlato della necessità di “rendere il sistema resiliente” nel campo dell’energia, dove un “cambio di paradigma di sviluppo non è più rinviabile”. Nella sua visione, serve una strategia per la piena integrazione delle fonti rinnovabili e sull’economia circolare a partire dal campo energetico, “assicurando accesso all’energia in sicurezza ed ad un costo equo”. Il carattere innovativo del cavo elettrico bidirezionale tra Italia e Montenegro, ha concluso, contribuisce certamente a questi obiettivi. (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..