IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: il premier Mahdi non riesce a completare la squadra di governo, si fa largo l'ombra di una crisi politica (2)
 
 
Baghdad, 04 dic 2018 17:59 - (Agenzia Nova) - La sessione odierna è stata segnata da accuse e veleni. A impedire una convergenza tra le forze politiche è stato ancora una volta il nome di Faleh al Fayyadh, ex presidente delle Unità della mobilitazione popolare (Pmu, le milizie a maggioranza sciita che hanno contribuito alle operazioni militari contro lo Stato islamico) ed ex capo del Consiglio per la sicurezza nazionale, proposto da Mahdi per la guida del ministero dell'Interno. Il nome di Al Fayyadh figurava in realtà già nella lista dei ministri sottoposta al parlamento il 25 ottobre scorso, quando i deputati hanno votato la fiducia a 14 membri su 22 dell’esecutivo. Licenziato solo lo scorso agosto come capo del Consiglio per la sicurezza nazionale dall’allora premier Haider al Abadi (mossa che secondo alcuni osservatori sarebbe stata pagata a caro prezzo da quest’ultimo, costretto a rinunciare alla candidatura per un nuovo mandato a causa dell’opposizione a oltranza di tutte le maggiori forza politiche sciite), Al Fayyadh è sostenuto con vigore da Al Ameri ma avversato da Al Sadr, il quale ha sempre spinto per la formazione di un esecutivo “tecnico”, lontano dalle ingerenze delle potenze straniere. (segue) (Gmr)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..