IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: il premier Mahdi non riesce a completare la squadra di governo, si fa largo l'ombra di una crisi politica (7)
 
 
Baghdad, 04 dic 2018 17:59 - (Agenzia Nova) - E il programma di governo annunciato lo scorso ottobre è complesso e ambizioso, con temi spinosi da affrontare in tempi brevi quali la presenza delle forze statunitensi nel territorio nazionale; le questioni in sospeso con il Governo regionale curdo; lo status dei gruppi paramilitari (fra cui le Unità di mobilitazione popolare) e la gestione della sicurezza; le relazioni con l’Iran dopo l’imposizione del nuovo regime sanzionatorio approvato dagli Stati Uniti (Baghdad ha ricevuto un’esenzione, gradita ma insufficiente, di 45 giorni); la ricostruzione delle aree liberate dallo Stato islamico; la lotta alla corruzione e il contrasto alla disoccupazione (a questo proposito va registrato un riacutizzarsi delle proteste a Bassora, nel sud del paese, dove già la scorsa estate la situazione si è fatta incandescente). Per portare a termine un programma del genere, Mahdi avrebbe bisogno di un ampio sostegno parlamentare. Già vicepresidente nella fase transitoria dopo la caduta del regime di Saddam Hussein, l’attuale premier è un politico esperto e con consolidati legami con tutti i principali attori politici locali e regionali. Questo, tuttavia, potrebbe non bastare: Al Sadr ha recentemente concesso a Mahdi sei mesi di tempo per completare un esecutivo “tecnocratico”, al termine dei quali ha fatto sapere che ritirerà il proprio sostegno al governo. (Gmr)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..