SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Sudan-Sud Sudan, Onu proroga di sei mesi missione di pace ad Abyei
 
 
Washington, 15 nov 16:15 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha rinnovato il mandato della Forza di pace delle Nazioni Unite ad Abyei (missione Unisfa), un territorio frontaliero conteso fra Sudan e Sud Sudan. La missione, riferisce l'Onu in una nota, è prorogata di sei mesi, fino al 15 maggio 2020: si tratterà dell'ultima proroga, a meno che le parti non dimostrino "progressi misurabili" sul processo di demarcazione del confine, tramite una serie di misure specifiche. La risoluzione ha ottenuto il sostegno unanime dei 15 membri del Consiglio e prevede inoltre che l'Unisfa mantenga il massimale delle truppe autorizzate a 3.550 unità (come deciso nell'ultima proroga) ed il tetto di polizia a 640 persone, di cui 148 singoli agenti di polizia. Il mandato di Unisfa è stato ripetutamente prorogato: anche l'ultima volta, in cui la missione veniva posticipata fino ad oggi, il Consiglio aveva precisato che la proroga “sarà l’ultima” e che - come la volta precedente - entro la fine della sua missione la forza sarà ridotta a 541 uomini (dai 4.500 iniziali), ma i recenti avvenimenti sudanesi hanno portato i membri del Consiglio ad agire diversamente. “La situazione ad Abyei e lungo il confine tra Sudan e Sud Sudan continua a rappresentare una grave minaccia per la pace e la sicurezza internazionali”, si leggeva già nel documento dello scorso 12 ottobre, in cui i membri del Consiglio sottolineano la necessità per entrambe le parti di “compiere progressi concreti” sulla demarcazione della frontiera e sull'attuazione del meccanismo comune di verifica e controllo delle frontiere, creato nel 2011. La missione Unisfa è stata istituita nel giugno 2011 con il compito di monitorare il confine fra Sudan e Sud Sudan e la zona demilitarizzata di Abyei, facilitando la distribuzione di aiuti umanitari e garantendo la sicurezza delle infrastrutture petrolifere della regione, dopo che il governo del Sudan e il Movimento popolare di liberazione del Sudan (Splm) hanno raggiunto un accordo ad Addis Abeba, stabilendo la demilitarizzazione di Abyei e ponendo la regione sotto il controllo delle truppe etiopi. Le relazioni fra Khartum e Giuba sono tese fin dall’indipendenza del Sud Sudan, avvenuta il 9 luglio del 2011. Da allora il governo sudanese chiede alle autorità sud sudanesi di espellere i gruppi ribelli armati dal territorio del Sud Sudan e di attivare una zona cuscinetto al confine tra i due paesi, come concordato nel settembre 2012 fra i due governi. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..