BALCANI
 
Balcani: premier greco Mitsotakis ribadisce sostegno a integrazione Ue basato su riforme
 
 
Atene, 15 nov 2019 11:16 - (Agenzia Nova) - La Grecia sostiene il processo di allargamento dell’Unione europea ai Balcani occidentali a patto che i paesi proseguano le riforme. E’ la posizione espressa ieri dal primo ministro Kyriakos Mitsotakis durante l’incontro avuto ieri a Salonicco con l’omologo macedone, Zoran Zaev. La stampa di Atene riferisce inoltre che Mitstotakis ha ribadito le sue critiche all'accordo di Prespa sul nome ma sottolineato il suo impegno per l'adesione di Skopje all’Ue. Entrambi i leader si sono concentrati sui recenti risultati del Consiglio europeo (17-18 ottobre), "con il primo ministro che ha ribadito la posizione costante della Grecia nel corso degli anni a sostegno della politica europea di allargamento nei Balcani occidentali, che contribuirà a garantire la pace, la stabilità e prosperità nella regione più grande", si legge in una dichiarazione dell'ufficio di Mitsotakis. "La Grecia ha svolto e continuerà a svolgere un ruolo attivo in tutte le direzioni per la sicurezza di questo processo", si aggiunge. Mitsotakis ha affermato che, sebbene in disaccordo con l'accordo Prespa, entrambi i paesi si sono impegnati a rispettarlo come prerequisito per l'adesione della Macedonia del Nord all'Ue. Inoltre il capo di governo ellenico ha sottolineato che l'accordo deve essere applicato integralmente evitando tensioni.

Da parte sua, Zaev ha espresso apprezzamento per il sostegno del premier greco durante i negoziati alla recente decisione del Consiglio europeo di rinviare l'inizio dei colloqui di adesione per il suo paese e per l'Albania. "Ci è stato assegnato lo status di candidato 15 anni fa", ha detto Zaev riferendosi al dicembre 2005. "Non c'è alternativa per noi se non la piena adesione all'Ue e alla Nato", ha affermato il leader della Macedonia del Nord. Il premier macedone ha dichiarato di aver informato Mitsotakis sui progressi nell'attuazione dell'accordo di Prespa e che anche la sua controparte lo ha informato sulla sua applicazione. A chi gli chiedeva di commentare il nuovo logo per i prodotti della regione della Macedonia nel nord della Grecia, presentato al vertice di Salonicco lo stesso giorno, Zaev ha dichiarato di non averlo ancora visto, ma ha affermato che ci sono regolamenti internazionali per questi problemi e ha espresso la convinzione che la migliore soluzione sarebbe trovare naccprdi per la protezione di marchi, produzione, storia e orgoglio, "poiché questo è ciò che fanno gli amici".

I due primi ministri hanno già avuto un primo incontro a New York lo scorso 24 settembre a margine dei lavori dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Nei giorni scorsi c'è stato invece un incontro tra i ministri degli Esteri di Grecia e Macedonia del Nord, Nikos Dendias e Nikola Dimitrov, con il capo della diplomazia di Atene che ha assicurato l'omologo sulla volontà del suo paese di vedere Skopje aderire all'Ue tramite il rispetto dell'accordo di Prespa. (Gra)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..