ECONOMIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Economia: Bini Smaghi sul "Corriere della Sera", il nostro debito preoccupa ancora l'Europa (2)
 
 
Roma, 13 nov 08:59 - (Agenzia Nova) - Questa valutazione, secondo Bini Smaghi, dipende sostanzialmente da tre fattori. "Il primo riguarda il processo di risanamento delle finanze pubbliche. Negli ultimi anni la Grecia ha realizzato, con il governo Tsipras, un aggiustamento di bilancio forte e sostenuto nel tempo, portando il saldo primario — cioè al netto dei tassi d'interesse — da un passivo del 2,1 per cento nel 2015 a un surplus del 4,4 per cento lo scorso anno. Il nuovo governo Mitsotakis ha dichiarato di voler mantenere una impostazione simile, prevedendo un lieve allentamento nel corso dei prossimi due anni. Nonostante il livello elevato, il debito pubblico greco è previsto scendere di 10 punti percentuali nei prossimi due anni, al 169 per cento. Il peso degli interessi sul debito è poco oltre il 2 per cento del prodotto lordo, inferiore a quello italiano, grazie anche alle operazioni di ristrutturazione effettuate in passato". "L'Italia - aggiunge - è l'unico Paese dell'area euro con un debito pubblico che continua a crescere, rispetto al Pil (dal 132 al 135 per cento nei prossimi due anni). I governi che si sono succeduti nel passato recente non sono riusciti — nemmeno quando la crescita era più favorevole — a mantenere il saldo primario al di sopra del 2 per cento del prodotto, e il pagamento degli interessi sul debito (3,5 per cento del Pil) supera il tasso di crescita dell'economia, mettendo a rischio la sostenibilità del debito. Sebbene l'Italia abbia ancora un rating (BBB) superiore a quello greco (BB), quest'ultimo ha un 'outlook positivo', e se ne prevede il rialzo a breve, mentre quello italiano ha un 'outlook negativo. Una eventuale revisione al ribasso rischierebbe di far perdere al titoli italiani il grado di eleggibilità per le operazioni di rifinanziamento del sistema bancario presso la Bce. Tale rischio pesa in modo determinante sullo spread italiano". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..