ISRAELE
Mostra l'articolo per intero...
 
Israele: Corte Ue, specificare se alimenti provengo da insediamenti (2)
 
 
Bruxelles , 12 nov 13:08 - (Agenzia Nova) - La Corte ha precisato che il fatto di apporre su alcuni alimenti l'indicazione secondo cui lo Stato di Israele è il loro "paese d'origine", mentre tali alimenti sono in realtà originari di territori che dispongono ciascuno di uno statuto internazionale proprio e distinto da quello di Israele, che sono occupati da Israele e soggetti a una sua giurisdizione limitata, in quanto potenza occupante ai sensi del diritto internazionale umanitario, sarebbe tale da trarre in inganno i consumatori. Di conseguenza, la Corte ha dichiarato che l'indicazione del territorio di origine degli alimenti in questione è obbligatoria (ai sensi del regolamento n. 1169/2011), al fine di evitare che i consumatori possano essere indotti in errore in merito al fatto che lo Stato di Israele è presente nei territori occupati in quanto potenza occupante e non in quanto entità sovrana. Per quanto riguarda, la nozione di "luogo di provenienza", la Corte ha affermato che deve essere intesa come un rinvio a qualsiasi spazio geografico determinato situato all'interno del paese o del territorio di origine di un alimento, ad esclusione dell'indirizzo del produttore. Pertanto, l'indicazione secondo cui un alimento proviene da un "insediamento israeliano" situato in uno dei "territori occupati dallo Stato di Israele" può essere considerata un'indicazione di "luogo di provenienza", nei limiti in cui il termine "insediamento" rinvia a un luogo geograficamente determinato. (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..