SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Guinea-Conakry, Amnesty International, almeno 70 morti nelle proteste negli ultimi 4 anni
 
 
Conakry, 13 nov 16:00 - (Agenzia Nova) - Almeno 70 persone sono state uccise durante le proteste in Guinea negli ultimi quattro anni. È quanto denunciato dall'organizzazione per i diritti umani Amnesty International in un rapporto pubblicato oggi, in cui l’Ong invita le autorità guineane ad affrontare le crescenti violazioni dei diritti umani, tra cui l'uccisione di manifestanti, il divieto di assemblee pacifiche e gli attacchi alle voci dissenzienti, che minacciano di peggiorare in vista delle elezioni presidenziali in programma nel 2020. “Nove manifestanti sono stati uccisi soltanto il mese scorso durante le manifestazioni contro il tentativo di revisione della Costituzione. I leader dei movimenti per la democrazia e decine di manifestanti sono stati arrestati. Questo è un affronto ai diritti umani e un brutale tentativo da parte delle autorità guineane di mettere a tacere il dissenso”, ha affermato Marie-Evelyne Petrus Barry, direttore di Amnesty per l'Africa occidentale e centrale. “Le autorità devono fare tutto il possibile per disinnescare le tensioni, proteggere i diritti umani e salvare vite umane prima, durante e dopo le prossime elezioni. Chiediamo al governo del presidente Condé di porre fine allo stato e repressione modificando la legislazione sull'uso della forza per gestire le assemblee pubbliche e rimuovendo le forze armate militari dalle aree di protesta”, ha aggiunto. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..