IRAQ
 
Iraq: leader sciita Al Sadr ribadisce sostegno a manifestanti lancia appello per uno sciopero generale
 
 
Baghdad, 13 nov 11:10 - (Agenzia Nova) - Il leader sciita iracheno Moqtada al Sadr, capo della prima forza politica nel parlamento di Baghdad, ha ribadito oggi in un comunicato il proprio appoggio alle proteste in corso in tutto il paese dallo scorso ottobre, chiedendo l’organizzazione di uno sciopero generale di cui tuttavia non viene specificata la data. Al Sadr ha anche invitato il parlamento a lavorare per l’adozione di riforme radicali e ha chiesto ai predicatori delle moschee di sostenere i manifestanti nei loro sermoni del venerdì. “La prosecuzione delle proteste pacifiche porterà a una rivoluzione e non si concluderà con un nulla di fatto. Il governo deve rinunciare al suo trono d’avorio, non abbiamo bisogno di un leader”, ha affermato il leader del blocco politico Al Sairoon, secondo cui l’esecutivo dovrebbe “inchinarsi alla voce che si leva dal popolo, da Bassora a Baghdad”. “La rivoluzione – ha quindi avvertito Al Sadr – deve restare nelle mani irachene, senza alcuna interferenza esterna”. Infine, il predicatore ha ribadito l’appello ai manifestanti a non usare le armi contro le forze di sicurezza. Le proteste in corso dallo scorso ottobre hanno provocato finora la morte di almeno 260 persone (oltre 300 secondo l'Alta commissione irachena per i diritti umani). Al Sadr le ha appoggiate dal primo momento, mentre il suo principale alleato di maggioranza, Hadi al Ameri, ha preso le distanze affermando che dietro le manifestazioni ci sarebbero Stati Uniti e Israele. Finora il premier Adel Abdul Mahdi ha rifiutato di dimettersi in assenza di un accordo tra Al Sadr e Al Ameri per un governo alternativo. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..