SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: termina oggi il cessate il fuoco concordato da Usa e Turchia (2)
 
 
Ankara, 22 ott 08:18 - (Agenzia Nova) - In un'intervista all'emittente televisiva “Cnbc”, il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha dichiarato ieri che il presidente Trump è pronto, se necessario, a ordinare azioni militari contro la Turchia. Il capo della diplomazia statunitense ha ribadito che Washington preferisce soluzioni pacifiche a qualsiasi conflitto ma che tuttavia Trump era pronto a ordinare qualsiasi azione militare, se necessaria, riferendosi all'attuale crisi in Siria. Pompeo non ha però specificato nell'intervista quali azioni specifiche potrebbero provocare una risposta militare degli Stati Uniti. Secondo il quotidiano "New York Times", gli Usa potrebbero lasciare nell'est della Siria un ridotto contingente militare di 200 uomini con l'obiettivo di contrastare lo Stato islamico e contenere l'avanzata delle forze governative siriane e di quelle russe in una regione ricca di risorse petrolifere. In Siria, nel caso, rimarrebbero un paio di centinaia di uomini delle forze speciali. Oggi i presidenti di Russia e Turchia, Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan, si incontreranno a Sochi per discutere della situazione attuale in Siria alla luce dell’offensiva militare lanciata da Ankara nelle regioni nordorientali del paese. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..