TERRORISMO
Mostra l'articolo per intero...
 
Terrorismo: Korb (Center for American Progress) a "La Stampa", obiettivo jihadisti è creare divisioni tra alleati
 
 
Roma, 12 nov 09:46 - (Agenzia Nova) - L'Isis vuole dimostrare che è ancora rilevante, dopo l'uccisione del suo capo al Baghdadi,e quindi certa di colpire ovunque può. L'attacco contro i soldati italiani però sembra parte di una strategia studiata, che prende di mira gli alleati più importanti degli Stati Uniti, per creare divisioni all'interno della coalizione interazionale che ha combattuto lo Stato islamico e indebolirla, aprendo così nuovi spazi per tornare ad aggredire l'Occidente nella regione e nel resto del mondo". A lanciare questo avvertimento in una intervista a "La Stampa" è Lawrence Korb, già assistente segretario alla Difesa durante l'amministrazione Reagan, e oggi analista al Ce nter forAmerican Progress. II presidente Trump ha sbagliato a dichiarare sconfitto l'Isis? "Ha confuso l'eliminazione fisica del Califfato, con la cancellazione dell'organizzazione terroristica. Dopo il ritiro dei soldati americani dal Nord della Siria, e l'avanzata dei turchi per scacciare i curdi, le Syrian Democratic Forces e tutti gli altri gruppi che detenevano i militanti dell'Isis non sono più riusciti a tenerli. Quindi ora gli ex membri del Califfato stanno tornando alle origini, ossia una formazione terroristica senza Stato, che cerca di fare dal male ovunque può". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..