GOVERNO
Mostra l'articolo per intero...
 
Governo: Zingaretti a "la Repubblica", pretendo un esecutivo più leale (3)
 
 
Roma, 23 ott 09:36 - (Agenzia Nova) - Sulla lotta all'evasione grandi proclami, evocazione delle manette, ma poi sulle questioni concrete, come i pagamenti elettronici e il tetto al contante, è tutta una frenata. "Non basta una sola azione per combattere l'evasione. Serve un'azione coordinata, dalla premialità peri contribuenti onesti al rilancio dei pagamenti elettronici. Non bisogna avere paura di chiamare 'furto' l'evasione prevedendo pene adeguate per chi ruba tanto. Ma la lotta non si fa con i provvedimenti a effetto, che vanno sui giornali per 48 ore e poi non cambia nulla". Con il M55 governate ma ancora non si vede su cosa possa fondarsi una coalizione stabile. "Io non ho cambiato il mio progetto: un grande partito per una grande alleanza. Questo obiettivo non ha un senso se lo si riduce all'alleanza di chi si oppone a Salvini. Gli italiani guardano a questo governo con un mix di speranza e sospetto. Io voglio rafforzare la speranza ed eliminare il sospetto". Che succede se alle regionali in Umbria fallisce il primo esperimento di alleanza Pd-M5s? "Innanzitutto gli umbri perderebbero una grande occasione, perché Bianconi è la persona giusta. In Umbria partiamo in svantaggio. Abbiamo perso molti Comuni negli ultimi anni, ci sono stati degli scandali, ma se ci fossimo presentati divisi non avremmo nemmeno giocato la partita. Si vota per la Regione, però. Se qualcuno vuol dare altre valenze al voto è per ragioni strumentali e destabilizzanti". Salvini ha radunato una grande manifestazione della destra. Sicuro che il governo giallo-rosso abbia scongiurato un futuro sovranista? "Nei comizi di quella piazza non ho ascoltato una sola proposta utile al Paese, encefalogramma piatto. (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..