SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Iraq, Stato islamico attacca infrastrutture petrolifere ad Olas, uccisi tre agenti di polizia
 
 
Baghdad, 22 ott 15:45 - (Agenzia Nova) - Lo Stato islamico ha lanciato ieri un attacco contro le infrastrutture petrolifere del giacimento di Olas tra le provincie di Tikrit e Salah al Din. Lo riferiscono fonti della sicurezza ad “Agenzia Nova”. Le forze di sicurezza sono riuscite a respingere l’attacco dei miliziani, con un bilancio di due morti e tre feriti tra gli agenti della polizia antiterrorismo irachena. Nel 2014, l’Iraq è stato travolto dall'ascesa dello Stato islamico, che per tre anni ha occupato vaste porzioni di territorio. Da allora, l'esercito iracheno ha combattuto con successo contro lo Stato islamico, con l’aiuto della Coalizione internazionale guidata dagli Usa. Nel 2017 è stata conquistata Mosul, principale roccaforte dello Stato islamico in Iraq. Dopo la sconfitta militare dell’autoproclamato califfato, annunciata ufficialmente il 9 dicembre 2017 dal governo di Baghdad, permangono tuttavia alcune cellule dell’organizzazione terroristica in diverse zone dell’Iraq, prevalentemente nelle regioni a forte incidenza sunnita. Secondo i dati della Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Iraq (Unami), 939 civili sono stati uccisi in Iraq in atti di terrorismo e in episodi di violenza in Iraq nel corso del 2018. Il bilancio delle vittime di attacchi terroristici nel paese è di 413 morti, di cui 289 civili e 124 militari, da gennaio a luglio 2019. Inoltre, nei primi sette mesi dell'anno in corso sono 705, di cui 299 civili e 406 militari, rimasti feriti in atti di terrorismo. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..