MAROCCO
 
Marocco: il dibattito sul voto dei residenti all'estero ritorna in parlamento
 
 
Rabat, 23 ott 09:37 - (Agenzia Nova) - Il dibattito sul voto dei marocchini residenti all'estero, congelato dal precedente governo, è tornato sul tavolo del dibttito parlamentare a Rabat. I parlamentari del partito della Giustizia e dello Sviluppo (Pjd) uniscono le forze con gli avversari del partito Autenticità e Modernità (Pam) per chiedere l'attivazione dell'articolo 17 della Costituzione. Il dibattito sul diritto di voto dei marocchini che vivono all’estero è tornato alla vigilia delle elezioni legislative del 2021. Il governo precedente si era rifiutato di modificare le leggi che regolavano le elezioni e si era opposto alla partecipazione diretta dei residenti marocchini all'estero. Il primo ministro, Abdullah Benkirane aveva giustificato questo rifiuto per l'incapacità dell'Esecutivo di fornire la logistica necessaria semplicemente supportando il voto per delega. Il quotidiano "Al Ahdath Al Maghribia" riporta, nella sua edizione di mercoledì 23 ottobre, che il Pam ha trovato un alleato inaspettato con il Pjd, il suo avversario. Il leader islamista Slimane El Amrani ha anche chiesto l'attuazione dell'articolo 17 della Costituzione, affermando che "il voto per procura dei marocchini all'estero ha mostrato i suoi limiti e non ha alcun valore. La Costituzione garantisce ai marocchini residenti all'estero il diritto di voto e di richiesta dal proprio paese di residenza".
(Mar)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..