MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: Israele partecipa a conferenza sicurezza marittima in Bahrein (2)
 
 
Gerusalemme, 21 ott 15:48 - (Agenzia Nova) - Nonostante la mancanza di relazioni diplomatiche tra Israele e i paesi del Golfo tra il 2018 e il 2019 lo Stato ebraico ha stretto i rapporti con le monarchie sunnite in chiave anti-Iran. Nell’ottobre 2018, Benjamin Netanyahu ha fatto una visita a sorpresa in Oman divenendo il primo leader israeliano a recarsi nel paese del Golfo dopo 22 anni. Nel giugno 2019, funzionari israeliani hanno partecipato al seminario "Pace e prosperità", parte del cosiddetto “accordo del secolo” voluto dall’amministrazione statunitense per porre fine al conflitto israelo-palestinese. Dopo gli attacchi contro le petroliere nel Golfo negli ultimi mesi, gli Stati Uniti hanno formato una coalizione marittima per proteggere la navigazione in una regione che comprende anche gli stretti strategici di Hormuz e Bab al Mandab e il Mare dell’Oman. Il Bahrein, sede della Quinta flotta statunitense, si è unito alla coalizione lo scorso agosto, seguito lo scorso settembre da Arabia Saudita ed Emirati. Da parte occidentale i principali esponenti sono Regno Unito e Australia che hanno concordato di fornire navi da guerra per garantire la sicurezza della navigazione. I paesi europei hanno rifiutato di partecipare nel timore di compromettere il lavoro per salvare l’accordo sul nucleare sottoscritto nel 2015 con Teheran particolarmente indebolito dopo l’uscita unilaterale di Washington nel maggio 2018 e la conseguente reimposizione delle sanzioni economiche. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..