IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: il paese al voto, tra attese di rinnovamento e storiche divisioni (7)
 
 
Baghdad, 12 mag 2018 09:15 - (Agenzia Nova) - Alla Nasr e al Dawlat al Qanun si oppongono, nel fronte sciita, due coalizioni sorte da scissioni nel partito del Supremo consiglio per la rivoluzione islamica in Iraq (Sciri), principale concorrente di al Dawa e, come questa formazione, da sempre appoggiato dall’Iran. Si tratta di Fatah, ossia “Conquista”, guidata da Hadi al Amiri, e dell’Hikma (“Saggezza”) di Ammar al Hakim. Già parte della Nasr di Abadi, Fatah ne è uscita a gennaio scorso per contrasti tra Amiri e il premier iracheno sulla composizione della coalizione. Più che nella rivendicazione della sua indipendenza, la rilevanza di Fatah risiede nel fatto che questa raggruppa la gran parte dei combattenti delle Unità della Mobilitazione popolare (Pmu), milizie irachene a maggioranza sciita. Le Pmu vennero formate nel 2014 come reparti di volontari che intendevano combattere contro lo Stato islamico, allora in piena offensiva in Iraq, riportando importanti successi sulle Forze armate irachene regolari. (segue) (Irt)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..