LIBANO-ISRAELE
 
Libano-Israele: Nasrallah, "non esistono più linee rosse"
 
 
Beirut, 03 set 12:25 - (Agenzia Nova) - Non esistono più linee rosse nello scontro tra il movimento sciita libanese Hezbollah e Israele. Lo ha dichiarato il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, minacciando di colpire “nel profondo” lo Stato ebraico. Al culmine di una settimana di crescenti tensioni, nel fine settimana il movimento filo-iraniano ha lanciato missili anti-carro contro Israele, che ha risposto bombardando nel pomeriggio di domenica la città libanese di Maroun al Ras. Nasrallah si è rivolto a Israele dicendo: “Se ci attaccate, i vostri militari, confini e insediamenti, compresi quelli sul confine e nell’interno del paese, saranno sotto minaccia e colpiti”. Ieri, 2 settembre, il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha dichiarato che lo Stato ebraico continuerà a fare tutto il necessario per mantenere la sua sicurezza in terra, in mare e in aria, e continuerà ad agire contro la minaccia dei missili di precisione. Il capo del governo si è rivolto anche al segretario generale del movimento sciita libanese Hezbollah, Hassan Nasrallah. “L’uomo nel bunker a Beirut sa esattamente perché si trova in un bunker”, ha affermato, alludendo al fatto che i caccia israeliani potrebbero colpire il suo nascondiglio. Netanyahu ha poi aggiunto: “Abbiamo agito ieri con determinazione e responsabilità”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..