GIORDANIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Giordania: attentato suicida a Rukban colpisce stabilità del paese, re Abdullah annuncia “pugno di ferro” contro autori (7)
 
 
Amman, 21 giu 2016 17:50 - (Agenzia Nova) - In un anno l’intelligence giordana ha compiuto decine di operazioni segrete contro cellule locali legate allo Stato islamico o ad al Qaeda, culminate con la vasta operazione lanciata lo scorso marzo nella città di Irbid, dove per due settimane le forze di sicurezza e i miliziani, in gran parte addestrati oltre il confine siriano, hanno ingaggiato scontri a fuoco culminati con una battaglia durata oltre 11 ore. L’ultima grande operazione è avvenuta lo scorso 30 maggio sempre ad Irbid, e ha permesso di uccidere diversi terroristi islamici che stavano preparando attentati contro obiettivi civili e militari. L’azione condotta dalle forze antiterrorismo ha coinvolto l’area del vecchio campo profughi palestinese di Hamina, vicino al centro della città di Irbid e secondo testimoni locali l’intera città è stata teatro di scontri a fuoco, che hanno causato la morte di un ufficiale dell’esercito, di cinque militari e due civili. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..