MAROCCO
Mostra l'articolo per intero...
 
Marocco: Mohammed VI grazia la giornalista arrestata per "aborto illegale" (2)
 
 
Rabat, 16 ott 19:07 - (Agenzia Nova) - La giornalista marocchina Raissouni e il fidanzato Rifaat al Amine sono stati condannati a fine settembre a un anno di prigione dal Tribunale di primo grado di Rabat per "aborto illegale". Il medico che ha eseguito l'aborto è stato condannato a due anni di carcere, non potrà esercitare le sue funzioni fino alla fine della pena detentiva. L'assistente del medico è stato condannato a otto mesi di carcere, ma con la sospensione condizionale della pena. L'anestesista, invece, è stato interdetto dall’esercizio della professione per un anno. Il decreto reale fanno sapere fonti locali "è stata motivata dalla dimensione umana di questa vicenda che ha colpito il monarca di Rabat". L'opinione pubblica locale ha invece stigmatizzato nei giorni scorsi le critiche giunte dall'estero sostenendo che "il Marocco non è abituato a interferire nei fatti sociali che riguardano altri paesi". In particolare vengono criticate quelle "Ong straniere che cercano di interferire in una questione che non le riguarda guidata da pregiudizi". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..