SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: “Nyt”, il ritiro affrettato e rischioso dell'esercito statunitense
 
 
Washington, 15 ott 23:03 - (Agenzia Nova) - Le truppe statunitensi si stanno affrettando a ritirarsi dalla Siria sotto la pressione dell'invasione delle forze turche, degli aerei russi e delle colonne di blindate del governo siriano. Un ritiro affrettato e rischioso – scrive il quotidiano statunitense “New York Times” - che costringe il Pentagono a dover disassemblare in fretta le basi di combattimento e le altre infrastrutture costruite per la missione, proteggendo nel frattempo l'incolumità delle truppe che si ritirano dal caotico campo di battaglia. Prima dell'offensiva turca, le truppe Usa, per lo più forze delle Operazioni speciali, operavano su una dozzina di basi e avamposti in tutta il nord-est della Siria, con due quartier generali, quello a ovest, noto come Advanced Operational Base West, che supervisionava circa una mezza dozzina di avamposti più piccoli che coprivano città come Manbij e Raqqa con circa 500 truppe, e quello ad est, noto come Aob East, più vicino al confine iracheno e che aiuta a monitorare alcune delle circa 500 truppe in quella zona, intorno alla valle del fiume Eufrate. (segue) (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..