EGITTO
 
Egitto: premier Madbouli, impegnati a proteggere diritti su acque Nilo
 
 
Il Cairo, 09 ott 18:22 - (Agenzia Nova) - L’Egitto resta impegnato, assieme a tutte le sue istituzioni, a proteggere i diritti nazionali sulle acque del Nilo. Lo ha ribadito oggi il primo ministro Mustafa Madbouli nel corso di un’audizione alla Camera dei rappresentanti dopo il fallimento dei colloqui tecnici sul progetto etiope della Grande diga della rinascita (Gerd). “Il governo ha mantenuto investimenti per 110 miliardi di sterline egiziane (oltre 6 miliardi di euro) in progetti per la desalinizzazione e il trattamento delle acque per confermare la nostra buona volontà ai paesi fratelli del Bacino del Nilo: siamo pronti a contribuire al loro sviluppo riducendo la nostra domanda di risorse idriche e prendendo in considerazione i cambiamenti demografici”, ha spiegato Madbouli. “Tre anni fa – ha proseguito il capo del governo – l’Egitto desalinizzava 80 mila metri cubici di acqua al giorno, ora la cifra ha raggiunto gli 800 mila metri cubici” a fronte di un deficit di 21,5 miliardi di metri cubici l’anno. Nel dibattito è intervenuto anche il presidente del parlamento, Ali Abdel-Al, secondo cui la situazione legata alla diga “è sempre più delicata e critica”. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..